Dicotomia​-​12" split with The Death of Anna Karina

by Chambers

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

      name your price

     

1.
2.
3.

about

PUBBLICATO IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY 2013

LABELS:
BLINDE PROTEUS | www.blindeproteus.com
SHOVE | twitter.com/shoverecords
TO LOSE LA TRACK | www.toloselatrack.org

DISTRIBUTION:
AUDIOGLOBE | www.audioglobe.it

COVER ARTWORK:
FRANCESCO BARBIERI | www.francescobarbieri.eu

credits

released April 20, 2013

REGISTRATO E MISSATO AT HOMBRE LOBO STUDIO IN ROMA DA VALERIO FISIK NEL GENNAIO 2013
MASTERIZZATO DA ANDREA SURIANI AT ALPHA DEPT. STUDIO IN BOLOGNA NEL MARZO 2013

tags

license

all rights reserved

about

Chambers Italy

Prima c'erano un sacco di gruppi. L'elenco è lungo più o meno quanto la Strada di Grande Comunicazione che collega i posti dove vivono. I Chambers nel 2008 hanno sintetizzato il tutto cominciando a suonare. Percorrono la Strada tutte le settimane per incontrarsi, sezionare il punk, l'hardcore, il grunge e il rock, sputare le lische, poi fare inversione e tornare a casa. ... more

contact / help

Contact Chambers

Streaming and
Download help

Track Name: La sera leoni, la mattina leoni
Ho rubato il tempo per pensarti, senza saper poi come farlo.
Abiti che non riusciamo più ad indossare, stracci affetti da una strana malattia, che li vede allontanarsi dal tempo.
Mentre noi brindavamo alla nostra cena romantica, tra cannoni e carri armati.
Alibi che non riusciamo più ad inquadrare, strani effetti di una rara nostalgia che ci vede allontanarci da tutto il resto.
E poi farci catturare inermi e riscrivere le regole per stare ancora un pò insieme.
Svegliarsi durante la notte, poi ancora la mattina, ed avere sempre più sete.
Quando comincia a sgretolarsi la terra sotto ai tuoi piedi, sposta le orme altrove e comincia a capire dove poter nascondere le radici, dove cambiare il modo di cambiare.
C’è che a volte riesco solo a pensare che siamo belli solo quando si balla.
Track Name: Tutto è bene quel che finisce
Ripetersi ancora fino a qui tutto bene ma, dirti che tra tutto e niente il passo è breve.
“Come se non ci fosse un domani” son diventate parole vuote dinanzi a ieri.
Affidarsi a presupposti inesistenti, fino al punto in cui capiremo se stiamo atterrando.
Ora mi sembra che dietro questa venerazione del discorso, questa apparente logofilia, si celi una sorta di timore.
I sintomi non lasciano più spazio a qualcosa di diverso, all’immaginazione, ma ad organizzare il suo disordine per evitare quel che vi è di più incontrollabile.
Fino a quando ancora mi parlerai, (io) potrò ascoltarti. Fino a quando ancora mi parlerai, (io) potrò parlarti.
Fino a quando saprò che ancora mi colpirai.
( riadattato da “L’ordre du discours”, di M. Foucault - 1970 )
Track Name: Le facce uguali di due medaglie diverse feat. Johnny Mox
Vorrei che uscire di casa, fosse come scappare di casa. Perdermi. C’è una crisi, tutti che si lamentano del troppo rumore.
Lanciare la mano e nascondere il sasso.
Col sonno di poi, ho preferito pentirmi prima di restare qui, indeciso sul da farsi, e pentirmi due volte.
And all I want And all I want is what I can't buy with Gold
And all I want And all I want is what I can't buy with Gold
You set the price of your needs they set the needs you would pay for almost everything is for sale, almost everything has a price Oh brother! I can't believe what you can buy with a handful of bucks: A modern prison with a comfortable cell: ninety bucks a night The access to the carpool lane: eight bucks a day The services of an Indian surrogate mother: eight thousand bucks gua- ranteed. Or the right to shoot a black rhino down in south africa 150 grand The number of your doctor's cellphone 15 grands a year
Don't set the price set the priority Knowledge comes first in line we got free online courses from the best universities a 16 years old kid from Bangalore can graduate right from her village and save our lives, redifine our priorities just set your priorities.
Lanciare la mano e nascondere il sasso. Quando la pazienza aveva ancora un limite, cominciammo a concimarne i confini, ne facemmo un giardino incosciente, dove commettere i soliti errori senza sbagliare.
Vorrei che uscire di casa, fosse come scappare di casa. Muovermi rassegnato tra scuse che rallentano il tempo nell’attesa di rientrare.